Realizzazione personale. E’ possibile?

Realizzazione personale, è possibile?

Una domanda che molti si pongono e che studiosi si sono posti nel passato e ancora oggi approfondiscono questo tema.

In questo post come prima cosa andremo a mettere in evidenza cosa significa realizzazione.

Successivamente verrà esposta una modalità per iniziare a percorrere la via della realizzazione.

Quando si parla di realizzazione, secondo la psicologia umanistica di Maslow, si ha a che fare con un percorso che vede come via, la soddisfazione dei propri bisogni.

Per cui vi sono bisogni legati alla sopravvivenza, come ad esempio procurarsi il cibo, ripararsi, salute e riposo. Una volta soddisfatti questi bisogni primari, ne nascono altri, legati alla sfera della sicurezza, protezione, certezza e tranquillità.

Nel momento in cui si soddisfano questi bisogni,  nasce l’esigenza di soddisfare altri bisogni più elevati. Fino ad arrivare al bisogno di realizzazione, il quale è al vertice della piramide dei bisogni ideata dallo stesso Maslow (Vedi articolo: Bussola interiore:come attivarla e tracciare la propria via)

La persona che ha soddisfatto le proprie necessità di sicurezza, di appartenenza, di amore, e stima per se stesse, sono motivate nella vita, da una continua tendenza all’auto-realizzazione.

Si intende per continua tendenza all’auto-realizzazione, la continua attuazione di potenzialità, di talenti, di capacità, di una vocazione o missione, per cui una conoscenza piena e accettazione della propria natura intrinseca.

La persona vive per raggiungere una certa unità, integrità e sinergia di se stessa.

Ecco perché bisogna attivarsi nel proprio sviluppo personale, altrimenti si rimane vittima della non soddisfazione dei propri bisogni di base e non si riesce ad orientarsi verso la propria realizzazione, che risulta essere anche un bisogno umano.

Non scegliere lo sviluppo personale, significa dare adito alla propria complessità interna, di non essere riconosciuta, per cui vi è una sorte di implosione dei propri talenti e potenzialità.

In tale sorte di implosione l’essere umano si ammala, inizia a manifestare vari sintomi decadenti del proprio organismo.

Questo non significa essere indenni da malattia per coloro che coltivano il proprio sviluppo personale, tuttavia manifestando le proprie potenzialità e talenti, risultano essere in armonia e quindi più sani rispetto a coloro che non coltivano la propria auto-realizzazione.

Cosa si può fare per soddisfare il bisogno di realizzazione?

La prima cosa da fare è credere che sia possibile.

La maggioranza degli esseri umani non crede che possa esistere un tale bisogna e che si possa soddisfare attraverso il proprio sviluppo personale.

Già questo tipo di mindset, tende a manifestare molti ostacoli.

Una volta che si è chiarito tale aspetto del mindset, bisogna coltivare quotidianamente il proprio sviluppo personale.

Come si può fare? Questi i passi da considerare:

  • Avere la consapevolezza del proprio mindset e imparare a credere nelle proprie potenzialità

  • Riconoscere i propri talenti

  • Avere la capacità di auto e meta-osservazione. Questo significa imparare a guardarsi da fuori. Come osservare qualcun altro senza giudizio o critica. Solo osservazione

  • Riconoscere il potere del proprio subconscio. Quindi riconoscere anche la capacità di poter agire su di esso

  • Non fermarsi innanzi a gli errori, in quanto fanno parte della scuola della vita. Più si fanno errori e più si apprende come procedere nella vita

  • Cercare di non identificarsi con i propri pensieri o emozioni. esercizio difficile, tuttavia utile per manifestare il proprio potere personale

  • Scoprire quale sia il proprio compito o missione nella vita

Questi sono solo dei passi che rappresentano una direzione, in quanto non esiste una vera ricetta nella realizzazione, in quanto questo dipende dalla persona. Ognuno ha un proprio modo di intendere la realizzazione personale.

Ad esempio una donna si può sentire sulla via della realizzazione dandosi da fare in casa, accudire i propri figli e mantenere una sana gestione delle risorse in famiglia.

Qualcuno si può sentire sul sentiero della realizzazione dedicandosi ai malati.

Una condizione di base per cui ci si può sentire sul sentiero della propria realizzazione nella vita, è sentire che la necessità di soddisfare i propri bisogni, cambia più volte nel corso della vita. Come ha messo in evidenza Maslow con i suoi studi e dando vita alla teoria della piramide dei bisogni.

Attualmente, attraverso l’aumento di informazioni, l’essere umano è giunto ad uno stadio in cui ha la capacità di scegliere il proprio percorso di sviluppo personale, anche se si presentano molti ostacoli, ed il più grande è rimanere nella zona di confort.

Questo significa che bisogna imparare ad uscire da questa zona di confort, altrimenti si finisce con assumere una posizione esistenziale stagnante e  il decorso della propria vita, diviene prevedibile. Ritrovarsi nel periodo della vecchiaia  e sentirsi come se non si fosse vissuti. Ci si sente vuoti e confusi.

Importante quindi darsi da fare, qualunque sia la propria età e condizione esistenziale.

Muoversi e coltivare il proprio sviluppo personale attraverso tutte le risorse possibili che vengono proposte, come ad esempio leggere libri, guardare dvd, ascoltare cd o podcast e partecipare a incontri formativi.

Tutto ciò significa investire sulla propria realizzazione personale.

Per questo ad ogni post viene anche consigliata una risorsa. Quella di oggi ha a che fare sul come realizzare i propri talenti:

Realizza i tuoi Talenti - DVD + Opuscolo
Come scoprire e diventare ciò che sei veramente
€ 26,00

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *