Obiettivi: come raggiungerli?

Cos’è un obiettivo? Come si fa a stabilire un obiettivo e raggiungerlo?

In questo articolo si vuole mettere in evidenza un particolare tipo di obiettivi che appartengono alla sfera della vita di ogni singolo essere umano.

Non si vuole mettere in gioco quelli che sono gli obiettivi in comune o di tipo lavorativo, in quanto il contesto sarebbe diverso e il modo di affrontarlo risulta differente.

Quante volte ti sarai posta degli obiettivi? in particolare con l’inizio dell’anno nuovo, si fanno dei nuovi propositi che spesso non vengono mantenuti, obiettivi che non vengono raggiunti.

Che cosa rende un obiettivo raggiungibile?

Realmente è difficile raggiungere obiettivi?

La prima considerazione da fare è che si fa fatica a stabilire dei propri obiettivi, fino a che non si hanno le idee chiare su che cosa si vuole fare della propria vita.

Ad esempio, nell’ambito dello sport, l’obiettivo è qualcosa che fa parte del giusto comportamento e della giusta disciplina. Chi fa sport, sia agonistico e non, si pone di continuo obiettivi. Che sia vincere una partita di calcio, o saltare con l’asta un altezza non ancora raggiunta, o partecipare alle olimpiadi.

Insomma chi fa attività sportiva, ha un mindset che si basa sulla gestione di obiettivi, allenandosi di continuo per raggiungerli. Anche nel caso in cui non viene raggiunto, l’atleta continua nel suo percorso.

Questa è una differenza sostanziale dalla persona media, la quale non è uno sportivo e quindi fa fatica a settarsi su un obiettivo, in quanto il proprio subconscio è settato per rimanere nella propria zona di confort.

Infatti uno degli aspetti fondamentali sul quale si lavora per raggiungere un obiettivo, è lavorare sul subconscio, e lo vedremo tra poco.

Ora andiamo a vedere come si può stabilire un obiettivo.

Quando si vuole stabilire un obiettivo nella propria vita personale, bisogna come prima cosa chiedersi: “chi voglio essere nella vita?

Vuoi essere una persona che rimane nella sua piccola zona di confort, ben sicuro e senza fare fatica, seguendo quello che fa la massa, seguendo i canoni stabiliti dalla cultura e società?

O essere una persona che si sperimenta, che si apre a nuove possibilità, che si mette in gioco, che affronta la fatica del dover essere e fare. Diventare il capitano della propria nave?

Chi legge bisogna che faccia una scelta. Se decidi di rimanere nella tua zona di confort, allora puoi anche smettere di leggere. Non avrebbe senso continuare, ti troveresti solo a non capire il significato di quello che viene scritto.

Non perché tu sia stupido/a, ma solo perché rifiuteresti il pensiero innovativo che verrà descritto.

Quale obiettivo vuoi stabilire?

Considera che un grande obiettivo è formato da tanti piccoli obiettivi.

Ad esempio chi si vuole laureare, non può correre subito dietro la tesi. Bisogna che faccia un passo alla volta, quindi stabilire di fare un esame alla volta. Inoltre vedere quanto è grande l’esame da sostenere e quindi iniziare a stabilire quante ore al giorno bisogna studiare.

Ad esempio se l’esame è composto da tre libri, complessivamente formati da 900 pagine, e dovrà sostenerlo tra tre mesi, risulta necessario stabilire il suo obiettivo quotidiano di studiare 30 pagine al giorno per sei giorni, sono 180 pagine a settimana.

In cinque settimane avrà studiato le 900 pagine, per cui ha anche il tempo per ripetere il programma e andare all’esame ben preparato.

Nel caso in cui lo studente stabilisce che studierà quando avrà voglia, tanto l’esame è tra tre mesi, allora quasi sicuramente, si ritroverà a presentarsi all’esame non preparato.

Questo perché senza aver stabilito il cosa fare e senza disciplina, ci si lascia condizionare dal rimandare l’impegno. Purtroppo siamo settati su questi parametri, in quanto ci hanno insegnato che è meglio rimanere nella propria zona di confort.

Attraverso questi esempio già si possono enunciare le regole principali, affinché si possa stabilire un obiettivo e raggiungerlo.

Intanto c’è da sottolineare un altro aspetto che è stato accennato sopra, nel caso dell’atleta. Cioè stabilire il proprio mindset.

Questo significa lavorare sul settaggio della propria mente per lavorare sull’obiettivo stabilito.

Ad esempio se una persona vuole costruirsi una casa, deve prima farsi fare un disegno dall’architetto, poi passare il disegno al geometra che fa tutti i calcoli.

Vale così anche nel caso dell’obiettivo. Immaginarlo e poi pianificarlo.

Molti rifiutano di stabilire obiettivi, in quanto ritengono che possano essere fuori dalla realtà e quindi non raggiungibili.

In effetti gli obiettivi vanno prima immaginati e poi inseriti nella realtà. Come avviene questo?

Questi i passi fondamentali che si possono seguire per stabilire un proprio obiettivo e raggiungerlo:

  • Scegliere il proprio obiettivo in base ad un bisogno reale, non in base ad una fantasia. Es. “voglio diventare un attore molto famoso in poco tempo” se non si sa recitare e non si sta frequentando un percorso dedicato ad acquisire conoscenza a riguardo, risulta molto difficile che l’obiettivo possa essere raggiunto.

  • Lavorare sul proprio mindset. Per cui occorre iniziare ad immaginare l’obiettivo raggiunto ogni giorno. La mattina appena svegli e la sera prima di addormentarsi. Questo bisogna farlo in quanto, in questi momenti, il cervello è in uno stato in cui genera una particolare frequenza di onde cerebrali che favoriscono l’influenza sul subconscio.

  • Stabilire l’obiettivo in base alla raggiungibilità. Questo significa che non puoi stabilire un grande obiettivo da raggiungere in breve tempo, altrimenti diventerebbe molto faticoso e si rischia di non riuscire. Es. Diventare milionario nel giro di sei mesi (partendo da zero). Certo se si fa una rapina in banca, si può anche riuscire. Solo che qui viene trattata solo la modalità di raggiungere obiettivi onestamente.

  • L’obiettivo deve essere quantificabile e misurabile. Per cui  stabilire il tempo in cui si vuol raggiungere l’obiettivo e trovare un modo per misurarlo strada facendo verificando il proprio progresso. Es. se l’obiettivo è di guadagnare € 4.000,00 in più al mese, partendo dal quarto mese dopo che si è stabilito l’obiettivo, verificarne l’andamento nei corso dei mesi e se c’è bisogno, effettuare aggiustamenti.

Questi sono i passi in generale da compiere. Ovviamente in ogni passo messo in evidenza si può scendere sempre più in profondità. Solo che questo non è il contesto opportuno per fare una cosa del genere.

Se ti interessa, scriviti alla lista del blog, così ricevi informazioni più dettagliate, rispetto il lavoro che si può fare.

Inoltre la cosa fondamentale di fissare obiettivi e raggiungerli, è sentire dentro di sé la passione e la forza nel compiere questi passi.

Non a caso la foto messa in questo post ha a che fare con un alpinista, una persona che nutre passione per la montagna e nutre coraggio e forza nel misurarsi con il raggiungere vette sempre più alte e di difficoltà crescenti.

Ognuno di noi ha dentro di sé tutte le risorse ed il potenziale per poter iniziare a focalizzarsi sui propri obiettivi e raggiungerli.

La prima cosa essenziale è conoscere le proprie risorse e il proprio potenziale che ha a disposizione. Per questo voglio consigliarti questa risorsa. Accedi alla pagina per maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *